Carrello 0
Continue reading...

La Capri di Munthe ancora da scoprire – LA REPUBBLICA NAPOLI

di Pier Luigi Razzano Fu impossibile ignorare il richiamo. A convocarlo fu lo stesso spirito del luogo che duemila anni prima aveva sedotto Tiberio per fargli costruire molto più di una villa, ma un luogo dell’anima. Così un giorno si compì il destino del ventenne medico svedese Axel Munthe, in vacanza da Sorrento a Capri, che all’improvviso, come posseduto, chiese di essere portato fin su ad Anacapri, attratto da un’inspiegabile energia mai avvertita prima. Il…

Continue reading

Capri oscena secondo de Sade – LA REPUBBLICA NAPOLI

di Pier Luigi Razzano Osceno, scandaloso, senza limiti, sempre ossessionato dal piacere, il divino marchese de Sade soggiornò a Capri nella primavera del 1776. Il periodo trascorso sull’isola dallo scrittore libertino, già condannato in Francia per crimini, dissoluzioni, oltraggi di ogni sorta, che arrivò in Italia sotto falso nome come conte de Mazan, dimostra quanto fosse attento nell’osservare nel paesaggio i segni del passato ancora vivi, indicativi di una sfrenata e gioiosa vita. Un archeologo…

Continue reading
Continue reading...

La Conchiglia, 30 anni di passione per i libri – LA REPUBBLICA NAPOLI

di Pier Luigi Razzano Se c’è un segreto è l’amore. Verso Capri, che   ogni   giorno   rinasce, sempre nuova, incredibilmente diversa, e per tutte le storie da Tiberio a Debussy, Rilke, Neruda, Sartre, dei tantissimi personaggi della cultura mondiale che nei secoli sono stati ipnotizzati dall’isola, senza riuscire più a farne a meno. Ausilia Veneruso e Riccardo Esposito, fondatori della casa editrice caprese La Conchiglia nel 1989, lo sanno bene, da trent’anni esatti. Ogni libro da…

Continue reading
Continue reading...

Proverbi e modi dire Napoli antica e moderna in un dizionario filosofico – LA REPUBBLICA NAPOLI

di Francesco Canessa Tra le firme più prestigiose del giornalismo napoletano nel mezzo delle due guerre e ancora subito dopo la seconda, Alberto Consiglio si distingue anche per una poderosa produzione di saggistica e storiografia. È interessante constatare come in quegli anni le nostre penne migliori abbiano scelto per realizzarsi una strada diversa dai colleghi della generazione precedente: se Libero Bovio, Ferdinando Russo, Ernesto Murolo, Giovanni Capurro avevano alternato il lavoro di redazione con la…

Continue reading
Continue reading...

Muti a Nisida e tra i cimeli della Biblioteca – LA REPUBBLICA NAPOLI

di Stella Cervasio Un’altra giornata napoletana per Riccardo Muti che ha voluto visitare una seconda volta i ragazzi di Nisida. Ha pranzato con loro ed è rimasto nell’istituto di pena anche oltre, fino a far tardi alla seconda tappa della giornata, la Biblioteca nazionale, per vedere le rarità in materia di bibliofilia e musica e tornare sui passi del primo direttore della Nazionale, Vito Fornari, che era di Molfetta, di dove Muti è originario. Nel…

Continue reading
Continue reading...

La vita da esteta di Fersen nella Capri di cent’anni fa isola del gioco e dell’oblio – LA REPUBBLICA NAPOLI

di Pier Luigi Razzano Capri e non più Capri. È più che mai valido, e quanto esatto il titolo del celebre memoir di Raffaele La Capria del 1991 per accorgersi dei cambiamenti dell’isola oggi. Sbarchi selvaggi di un turismo giornaliero mordi e fuggi, folla stordita in Piazzetta, passeggiata tra i grandi marchi, selfie con star e starlette, eventi. Modalità turistiche figlie del nostro tempo spingono Capri in direzione di un’omologazione che in realtà non le…

Continue reading
Continue reading...

Storia felice e dolente di Max e Flora, artisti nella Vietri anni ‘20 – LA REPUBBLICA NAPOLI

di Pier Luigi Razzano Fu un paradiso di luce e quiete ad accogliere Max e Flora, che nel 1926 si erano lasciati alle spalle la Germania di Weimar avvolta da un’atmosfera plumbea, stretta dalla crisi economica, angustiata dal debito della Grande Guerra e dai venti dell’antisemitismo. Arrivarono a Vietri, Max e Flora, con la loro arte, un gusto raffinato, un’ispirazione rinnovata, e fondarono la Ics (Industria Ceramica Salernitana) potenziando una tradizione che si fece conoscere in…

Continue reading
Continue reading...

Anacapri – LA REPUBBLICA NAPOLI

di Pier Luigi Razzano Se vedete un cane o un gatto ridere, benvenuti ad Anacapri. Uno tra i tanti piccoli miracoli quotidiani che addolciva l’animo di Elsa Morante quando soggiornava sull’isola negli anni Trenta, scegliendo Villa Ceselle, lontana dalla pazza folla e dal glamour della Piazzetta. Anacapri, dove   dopo   violente   piogge   esplodeva «un profumo così forte che davvero ubriaca», scriveva la Morante. All’altra parte del paradiso, all’isola nell’isola, dopo approfonditi e appassionatissimi studi, Riccardo Esposito, nume…

Continue reading