Carrello 0
IL LIBRO DEL VINO E DEL MANGIAR ANTICO NELL'ISOLA DI CAPRI - Cronache, racconti, personaggi e segreti di locande, osterie e di altri Luoghi della Felicità. Di GIUSEPPE APREA.
VOLUME RILEGATO. 24x17. Pagg. 482. Collana Mitra Zonata. Edizioni La Conchiglia Capri.

IL LIBRO DEL VINO E DEL MANGIAR ANTICO NELL’ISOLA DI CAPRI – Cronache, racconti, personaggi e segreti di locande, osterie e di altri Luoghi della Felicità , , , , , , ,

di: Giuseppe Aprea

In questo libro si parla di incantamenti, come quello di cui fu vittima inconsapevole Axel Munthe, il celebre autore de La Storia di San Michele, davanti al sorriso di Annarella e al vinello prodigioso del parroco. Ma la stessa magia aveva già colpito altri, prima di lui. Nel corso dei lunghi anni in cui l’Isola passò da un’economia basata sulla pesca e sull’agricoltura ad una sempre più legata al turismo, infatti, l’epifania del genius loci – improvvisa quanto irresistibile – sembra essersi ripetuta in un numero imprecisabile ma elevatissimo di occasioni. Molte volte l’incantamento aveva inizio mentre l’ignaro viaggiatore sedeva ad un tavolo, intento a bere un bicchiere di vino o ad assaggiare una pietanza delle più semplici: una fresella condita con sale e olio, una fetta di caciotta salata, dei fichi serviti da un oste bonario o da una sorridente ostessa.
Questo è il motivo per cui queste pagine sono animate anche dai sorrisi dalle varie Carmelina, Costantina, Lucia, Gemma e tante altre, che sirene non erano, ma incantatrici spesso sì, e che queste magie compivano tutti i giorni nelle loro locande, vinerie e osterie.
Là, sotto pergolati d’uva, al cospetto di paesaggi a loro volta incantevoli o tra le pareti di piccoli e sobri locali, fioriva infatti l’Incontro autentico e proficuo tra i (cosiddetti) forestieri e i residenti. Con coraggio e grande forza di volontà, questi ultimi scelsero di trasformare la loro naturale ospitalità in mestiere, gettando le basi delle future fortune isolane.
Ma fortunati furono anche i viaggiatori, che conobbero in quei Luoghi della Felicità la dolce ed impagabile gioia di perdersi in mezzo alla meravigliosa natura dei luoghi, nel sole, nel vino o nei sapori semplici, per poi rinascere rinnovati nel corpo e nello spirito.
Per scoprire insieme a lui le origini di questi luoghi straordinari, alcuni dei quali giunti fino ai nostri giorni; per seguire le tracce antichissime del vino dell’Isola e di una sua passata, sorprendente notorietà internazionale; per indagare le radici dei suoi piatti più tipici, di alcuni del tutto inediti e della loro “complessa semplicità”, l’Autore ci invita a praticare una sorta di archeologia enologica e culinaria.
Ma ci spinge anche, o forse soprattutto, a lasciarci andare con il pensiero nell’esplorazione di un’Isola mai prima descritta nella sua veste di padrona di casa. Via via che le pagine di questo libro scorrono, infatti, prende forma una casa in cui tutti sono dediti alla sacra arte dell’offerta, dell’accoglienza e della convivialità, una casa che ognuno contribuisce con fatica a costruire, per poi diventare, senza saperlo, parte di un’unica grande Anima Insulare. Là vivono il loro tempo e gli amori una miriade di colorati personaggi piccoli e grandi, anonimi o famosi, isolani o provenienti dagli angoli più lontani della Terra. Le loro storie vengono ora finalmente alla luce, le loro vite solo a volte s’intrecciano le une alle altre, ma sempre e per sempre sono indissolubilmente legate all’Isola.

€35,00 €33,25

Peso 1.200 kg
Dimensioni 24 x 17 x 3.5 cm

Scrivi la prima recensione per “IL LIBRO DEL VINO E DEL MANGIAR ANTICO NELL’ISOLA DI CAPRI – Cronache, racconti, personaggi e segreti di locande, osterie e di altri Luoghi della Felicità