Carrello 0
Banner per articolo de Il Manifesto per La ceramica sugli scogli di Antonio Forcellino, Edizioni La Conchiglia. Continue reading...

Melamerson, una coppia in fuga a Vietri – IL MANIFESTO

di Lia Tagliacozzo Scaffale. «La ceramica sugli scogli» di Antonio Forcellino, edito da La Conchiglia. La vita artistica e le peripezie umane di una famiglia di ebrei tedeschi in costiera amalfitana Quando ancora la parola globalizzazione non era stata inventata; quando la parola migrazione si riferiva a quelle migliaia di italiani che traversavano mari e frontiere per sfuggire a una vita di fame e miseria c’era invece qualcuno che compiva il percorso inverso e in…

Continue reading
banner per articolo Pier Luigi Razzano su La ceramica sugli scogli per La Repubblica Napoli Continue reading...

Storia felice e dolente di Max e Flora, artisti nella Vietri anni ‘20 – LA REPUBBLICA NAPOLI

di Pier Luigi Razzano Fu un paradiso di luce e quiete ad accogliere Max e Flora, che nel 1926 si erano lasciati alle spalle la Germania di Weimar avvolta da un’atmosfera plumbea, stretta dalla crisi economica, angustiata dal debito della Grande Guerra e dai venti dell’antisemitismo. Arrivarono a Vietri, Max e Flora, con la loro arte, un gusto raffinato, un’ispirazione rinnovata, e fondarono la Ics (Industria Ceramica Salernitana) potenziando una tradizione che si fece conoscere in…

Continue reading
Più libri più liberi 2017, Edizioni La Conchiglia, Stand E02 Continue reading...

Più libri più liberi edizione 2017

Cari amici, quest’anno Più Libri Più Liberi 2017 si terrà alla Nuvola di Fuksas all’Eur in Viale Asia, 40/44  Roma Sarà un’occasione in più per incontrarci VI ASPETTIAMO!   Metro B direzione Laurentina, fermata EUR Fermi. Dalla fermata, 5 minuti a piedi seguendo Viale Shakespeare fino all’incrocio con Viale Europa.

Continue reading
Banner articolo Tuttolibri per La ceramica sugli scogli di Antonio Forcellino, Edizioni La Conchiglia Continue reading...

La costiera amalfitana isola felice per gli ebrei maestri di ceramica – LA STAMPA/TUTTOLIBRI

di Flavia Amabile Una coppia fuggita dalla Germania fondò a Vietri un marchio celeberrimo C’è una terra dove «sembrava che gli ebrei non fossero mai esistiti», un’isola felice dove anche negli anni più difficili delle persecuzioni razziali chi decideva di fuggire dalla Germania poteva essere certo di essere accolto. Lì gli ebrei venivano considerati dei forestieri come tanti o, al massimo, dei tedeschi. Quella terra si trovava in Italia, era la Costiera Amalfitana dove non si…

Continue reading
Francesco Durante su Il Mattino recensisce Anacapri di Riccardo Esposito - Edizioni La Conchiglia Continue reading...

Anacapri, Esposito documenta la grande bellezza deturpata – IL MATTINO

di Francesco Durante Da un punto di vista estetico, tutto quello che si è costruito negli ultimi cinquant’anni ad Anacapri appartiene a categorie che oscillano tra l’irrilevanza e l’orrore. Ma il vero problema è che quello che si è costruito negli ultimi cinquant’anni è molto più di quanto non si fosse costruito nei duemila anni precedenti; e che dunque lo spazio compreso tra l’irrilevanza e l’orrore è cresciuto in maniera esponenziale, come del resto emerge benissimo…

Continue reading
Banner-articolo-Gabriele-Della-Morte-su-Huffington-Post-Italia Continue reading...

Anacapri, un fascino assorbente – HUFFINGTON POST ITALIA

di Gabriele Della Morte Riccardo Esposito illustra alcune direzioni auspicabili e qualche strada senza uscita “Facevamo lunghe passeggiate per Anacapri […]. Questa Capri recondita, dove si entra soltanto dopo un lungo pellegrinaggio e quando ormai l’etichetta di turista ti si è staccata di dosso, questa Capri popolare di rocce di vigne minuscole, di gente modesta, lavoratrice, essenziale, ha un fascino assorbente”. Così scriveva, nel 1952, Pablo Neruda, riferendosi ad Anacapri, il piccolo “di montagna” dell’isola…

Continue reading
Carlo Rossella su Il Mattino, 11 agosto 2017 Continue reading...

Ma l’isola azzurra non ha eguali al mondo – IL MATTINO

di Carlo Rossella Capri è un posto che è impossibile dimenticare, che è difficilissimo non desiderare, che è una storia da raccontare. Natura, mare, gente, cosmopolitismo, memoria. Memoris dicono gli inglesi. E di memorie c’è ne sono tante. Su Capri si sono scritti molti libri, si può dire intere biblioteche, dall’impero romano ad oggi. Quando guardo i tavoli e gli scaffali della libreria La Conchiglia, per vedere quanto si sia scritto negli ultimi 100 anni, rimango incantato. Ma…

Continue reading