Un gioco d’avventura per esplorare Capri – LA REPUBBLICA 4 luglio 2004 – Posted in: Pubblicazioni, Rassegna stampa – Tags: , , , ,

Presentato “L’isola che c’è” di Antonello Perillo

Un gioco d’avventura per esplorare Capri

Un gioco di carta, un libro per esplorare Capri: i giovanissimi investigatori sono invitati a scendere in campo per capire dov’era la mitica Apragopoli, isola del dolce far niente. Un capitolo dopo l’altro, si fa strada la scoperta: ecco Tiberio, la peste, madre Serafina, la conquista di Capri da parte di Murat che usò come armi 1200 scale per arrampicarsi sulle rocce di Anacapri.
Capri raccontata ai ragazzi come le avventure di un appassionante libro. Una guida turistica dedicata all’infanzia, firmata dal giornalista Rai Antonello Perillo: “L’isola che c’è” (edizioni La Conchiglia, pagg. 279, 15 euro) che spiegala storia a partire dai Teleboi, mitici fondatori della prima comunità, fino al mito della mondanità degli anni d’oro in Piazzetta. Facendo seguire al testo un’utile bibliografia, Antonello Perillo apre in sedici capitoli il ventaglio delle vicende storiche, aggiungendo ad ogni racconto gruppi di schede di approfondimento, con la messa a fuoco su una serie di argomenti e curiosità “Lo sapevi che…?”, secondo un modello che risulterà familiare a chi ha amato negli anni Settanta e poi nelle ristampe i manuali Disney.
Il volume è stato presentato ieri a Capri da un altro autore di libri di vita e storia isolana, Roberto Ciuni, nella Limonaia dell’hotel Syrene, e contemporaneamente è stata allestita una mostra dei disegni degli studenti delle scuole elementari e medie capresi che accompagnano il testo con un’esplosione di colori e in alcuni casi sorprendente abilità narrativa.